Itinerario alla scoperta dei Rus: dal Ru de la Plana a La Tour e a Domianaz

  • Accesso: Uscita autostradale di Châtillon/ Saint-Vincent , si raggiunge quindi il centro della cittadina di Saint-Vincent . Il punto di partenza di questo itinerario è il giardino pubblico sopra la stazione dei pullman.
  • Quota minima: giardino pubblico (595 m)
  • Quota massima: Domianaz (740 m)
  • Durata: 2 ore per il circuito completo
  • Segnaletica: varia, citata nel testo
  • Periodo: tutto l'anno

Si risale la via Tromen, dotata di un pratico marciapiede, per un centinaio di metri o poco più, fino al segnavia giallo a sinistra che indica Châtillon per il Canale della Pianura (Ru de la Plana). La passeggiata lungo il canale, ora intubato, è in piano, agevole, a tratti panoramica, a tratti immersa in una natura rigogliosa, sempre rivelatrice di vita ed attività tradizionali.

Ben presto si svolta nel solco del Grand Valey, impluvio arginato ed imbrigliato le cui larghe sponde profondamente erose denunciano le occasionali furiose piene. Vigne e prati su cui ci troviamo, fin giù al capoluogo ed oltre, si stendono sul materiale proveniente dallo Zerbion e nei secoli accumulato dal nostro torrentello, che con poca acqua è capace di mobilizzare grandiose colate detritiche.

Superato il Grand Valey ed i prati su cui corre il confine con Châtillon, si svolta nuovamente in una forra verde e fresca di umidità; al fondo scorre una cascatella che si supera su una solida passerella di legno (20 minuti dalla partenza). L'acqua proviene dal Ru des Gagneurs, che si alimenta dal Marmore a monte del nostro canale, e da Domianaz che visiteremo tra poco.

Fra i castagni ora il sentiero tende a sporgersi come un balcone sulla valle.

Vigne intensamente coltivate e bei muretti in pietra, intercalati a spigolosi dirupi, e ancora boschi e poi prati annunciano le case di Pissin. Ma prima sulla destra si stacca la mulattiera per Crêt-Dessous che può essere presa come scorciatoia per salire direttamente a La Tour. Notare curiose forme tondeggianti di erosione sul masso (metagabbro) che segna il bivio.

Pissin-Dessus è un susseguirsi di pregevoli case tradizionali, ma il suo gioiello è il torchio settecentesco, magnifico strumento al servizio della comunità ora restaurato. Si trova in uno slargo proprio sul nostro percorso. Poco oltre, usciti su un ripiano, si svolta tutto a destra sulla strada regionale della collina di Châtillon (45 minuti). Dopo un quarto d'ora si perviene a La Tour e si abbandona la strada regionale penetrando nel villaggio (segnavia n. 10 Campo di Tzan; trascurare lo stradone a destra).

Passato il villaggio si segue il bel sentiero che sale sui prati aperti, panoramici e soleggiati, di fianco ad un vecchio ruscello con accurate opere in pietra. Sovente al limitare del bosco risuonano elaborati canti di uccelli e tamburellii di picchi in cerca di cibo sui tronchi secchi.

Si perviene a Domianaz (1h10 minuti) che merita di essere visitata al suo interno, lungo la viuzza che si diparte a sinistra, dopo il curioso rudere di un pinnacolo di canna fumaria sormontata dal camino. Fra l'altro si potrà ammirare sulla destra una magnifica finestra a chiglia rovesciata, architravi datati e, al fondo, la cappella di San Rocco. Ripreso il sentiero, si potrà sostare appena fuori dal villaggio, in cima alla bianca falesia sul bordo del panoramico ripiano erboso.

Sulla via del ritorno, prima di entrare in La Tour, di fianco alla prima fontana svoltare a sinistra verso l'edificio storico della Tour d'Emarèse e contornarlo sulla destra; proseguire sui prati e su alcune strutture residue verso est e, in vista della croce di missione, immettersi a sinistra nella strada regionale (1h40 minuti) che ci riporterà nel Comune di Saint-Vincent . La strada passa a Biègne, frazione ben esposta sul ripido costone, e traversa fin sulla strada di Tromen da dove si ridiscende al giardino pubblico.

Tratto da: Brevi passeggiate a Saint-Vincent . Scheda n. 1 Dal Ru de la Plana a La Tour e a Domianaz. Comune di Saint-Vincent.

 

 
Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin
Via Martiri della Libertà, 3
11024 Châtillon (AO)
Tel. +39 0166.569711
pec: protocollo@pec.cm-montecervino.vda.it

Lingue