Dedicato alla fantasia popolare: "La leggenda del Lago Blu"

A questo incantevole lago, che si incontra sulla destra prima di arrivare a Breuil-Cervinia, è legata un'antica leggenda.

Dove ora le limpide acque riflettono l'immagine del Cervino, c'era una volta una piccola casa abitata da pastori. Un giorno un vecchio pellegrino, affaticato dal lungo cammino, chiese ospitalità, ma venne scacciato in malo modo. Uno dei figli del pastore, mosso a compassione, cercò di intervenire a favore del vecchio, ma il padre, durissimo, per punirlo, gli ordinò di andare a raccogliere legna in un bosco lontano. Quando, a sera, il ragazzo, stanco ed esausto, giunse nei pressi della sua casa, restò allibito. La casa era scomparsa ed anche della sua famiglia non c'era più traccia. Al suo posto restava un piccolo specchio d'acqua, suggestivo, immobile e silenzioso.

Questo motivo della punizione ricorre in numerose leggende e testimonia come, nei tempi antichi, il senso dell'ospitalità avesse un'importanza e un significato quasi incomprensibile per l'uomo moderno.

 
Unité des Communes Valdôtaines Mont-Cervin
Via Martiri della Libertà, 3
11024 Châtillon (AO)
Tel. +39 0166.569711
pec: protocollo@pec.cm-montecervino.vda.it